Utilizziamo solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per migliorare la vostra esperienza di navigazione sul nostro sito web. Continuando la navigazione accettate la nostra informativa sui cookies.

Stampa questa pagina

Lago Mercurin - Lago del Ru

Lago Mercurin (2491 m) e Lago del Ru (2570 m)

Lago Mercurin

Il lago Mercurin è situato in una selvaggia ed incassata conca chiusa ad occidente da una cresta che lo separa dal vallone del Ru, a settentrione con la cresta spartiacque con la Val Grande, ad oriente dalla cresta meridionale dell'Uja di Mondrone. Quest'ultima domina imponente la conca presentando allo sguardo il dirupato versante sud - occidentale, salito la prima volta da L. Sinigaglia con A. Castagneri e A. Boggiatto il 1° ottobre 1888.
Il Lago del Ru, dalla superficie molto meno estesa, si trova quasi al culmine del vallone omonimo e ad occidente del Lago Mercurin.
Questa gita, svolgendosi in valloni che terminano con altissime balze rocciose su Balme, è consigliabile intraprenderla con tempo favorevole perché con nebbia sarebbe molto facile smarrire la piccola traccia.

Accesso:

Risalire tutta la Val d'Ala fino a  Balme dove si può parcheggiare sulla piazza in centro al paese.

Lago del Ru

Salita:

  • Località di partenza: Balme (1410 m).
  • Tempo di salita: 6 h.anello completo.
  • Difficoltà: EE (Escursionismo difficile).

Da Balme imboccare un sentiero che inizia sulla destra a circa metà dell'abitato (indicazione) e sale stretto e ripido su pendii erbosi, entrando nel valloncello del Ru. La traccia si sposta obliquamente a sinistra, attraversa il rio del Ru sotto ad una balza rocciosa, aggirando successivamente a sinistra il cocuzzolo quotato 2003 metri. Nei pressi vi sono, incise su alcuni massi, moltissime scritte, alcune con date risalenti all'inizio del '800. Riattraversato il torrente, si inizia a rimontare la sponda destra di un largo canale roccioso superando delle placconate poco inclinate e delle zone erbose più ripide, tenendosi a ridosso di una caratteristica parete di roccia nerastra; quando il canale si allarga a destra, raggiungere la cresta che separa i valloncelli del Ru e del Rio Pissai emissario del Lago Mercurin. Di quest'ultimo vallone, raggiunto con marcia in leggera discesa, seguire la sponda destra idrografica, poi scendere sul fondo e per esso guadagnare il Lago Mercurin.

L'Uia di Mondrone dal Lago Mercurin

Dalla sponda occidentale del lago risalire un evidente e facile canalino che consente di portarsi sulla cresta scendente verso sud; in leggera discesa per il detritico versante occidentale di detta cresta si perviene in breve al Lago del Ru, dallo scurissimo colore delle acque.

Discesa:

Dal Lago del Ru seguire il sentiero segnato con bolli rossi che ne costeggia la sponda meridionale; con leggera salita su pietraia si raggiunge un dosso erboso che prosegue praticamente pianeggiante. Dopo circa 30 minuti il sentiero inizia a scendere, prima lentamente e poi più bruscamente, raggiungendo l'Alpe della Rossa. Da qui in breve, sempre con ripida discesa, si giunge al Pian della Mussa. Seguire la strada asfaltata, dirigendosi a sinistra, sino al fondo del piano. Poco prima del ponte che attraversa la Stura, sulla destra, parte la vecchia mulattiera che in breve consente di raggiungere Balme e l'auto.

Mappa del percorso