Utilizziamo solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per migliorare la vostra esperienza di navigazione sul nostro sito web. Continuando la navigazione accettate la nostra informativa sui cookies.

GTA nelle Valli di Lanzo

Nelle Valli di Lanzo il Sentiero Italia segue quasi fedelmente il tracciato GTA (Grande Traversata delle Alpi) per cui non si è reso necessario ideare nuovi sentieri ed itinerari ...

per saperne di più

slide-hp_corsi.jpg

Sentiero Chiampernotto - Monaviel

Foto storica della Cappella di Monaviel Foto storica della Cappella di Monaviel

Sentiero Chiampernotto - Monaviel

La storia

La borgata di Monaviel

Verso il 1300 arrivarono nelle nostre valli alcuni minatori provenienti dal Bergamasco per lo sfruttamento delle molte miniere di ferro avute in concessione dal Marchesato dei Savoia. Fondarono una piccola comunità che più tardi divenne la Borgata di Brachiello, tuttora attiva. Da questa Borgata risalendo a Ovest, verso il Monte Plù (2001 m), trovarono una miniera di argento e pirite. La fatica del lavoro e la necessità fecero loro costruire le prime baite poco più in basso: Il Monaviel. Con tanta volontà disboscarono i terreni circostanti e così fiorirono prati, pascoli e molti campi che producevano ottime patate ma soprattutto segale e canapa. Nel 1700 le famiglie che trascorrevano la maggior parte dell’anno al Monaviel erano una decina, in tutto quasi trenta persone. Ben cinque furono i caduti nella Guerra del 1915-18.
Nel 1772 costruirono la piccola Cappella dedicata alla Madonna Consolata, più volte restaurata,la festa si celebra il 20 giugno con la Santa Messa e l’incanto.
Di particolare pregio l’antico canale di irrigazione, ormai in parte invaso dalle erbacce, realizzato con ingegno e sacrifici dai montanari, grazie alla costruzione di muri a secco prelevava l’acqua dal Rio Crosiasse per irrigare i prati della borgata per poi ridiscendere alle Frazioni di Chiampernotto e Brachiello. Sono ancora visibili tracce di vigneti e piante da frutta. Percorrendo le piccole vie che attraversano le case si possono ancora vedere le insegne dei numeri civici che personalizzavano le varie abitazioni.
Dietro alle case del Monaviel vive una rarissima pianta: il Tasso. Dalle ricerche fatte dovrebbe avere circa 250 anni. E’ una delle piante più longeve e si ritiene che possa vivere oltre 1.000 anni. Nelle nostra valli è forse l’unico esemplare esistente. Come sarà arrivato fin quassù? Le sue bacche sono velenose così come la corteccia e le foglie aghiformi. Nessun animale attacca questo albero. La sua tossicità, in certi casi, può essere mortale.

 

Itinerario

Attraversare la frazione di Chiampernotto (941 m - cartello indicatore e segnavia EPT 240) a monte della strada provinciale e al suo termine volgere a sinistra, passando nel cortile dell’ultima casa (cartello indicatore). Il sentiero si inerpica nel bosco con alcuni tornanti e in breve raggiunge una pietraia (15 min., 1130 m). Qui il bosco di dirada ed è possibile osservare il fondovalle e i monti circostanti. Il sentiero prosegue in direzione SE, si inoltra nel bosco e poi compie gradualmente una curva in direzione NO (15 min.) per poi raggiungere la piccola borgata di Monaviel (20 min).

 

 

La chiesetta di Monaviel

 

 

 

 

 

Mappa del percorso

CAI Sezione di Lanzo T.se

Tel. 360 444949
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via G. B. Savant 1
10074 Lanzo Torinese (TO)

Follow Us